Approfondimenti sugli allarmi

Come scegliere un antifurto o un allarme: approfondiamo l’argomento

I ladri accedono al tuo spazio

Una scelta difficile

Mi complimento con te, se sei arrivato qui è perché vuoi capire di più e approfondire le tue nozioni sulla sicurezza…

Quella che stai facendo è una scelta difficile, e tu non la stai sottovalutando. Questo ti fa onore, ma adesso viene il brutto: questo è un articolo piuttosto “pesante”. Cercherò di scrivere in modo leggero, tanto da rendere più piacevole la lettura, ma ricorda che stiamo parlando di sicurezza, c’è poco da scherzare!

Motivazioni

Possono essere molteplici le motivazioni che ti hanno spinto a cercare tranquillità con un impianto di sicurezza… Qualunque essa sia, tienila sempre bene in mente mentre leggi questa pagina, quella deve essere la tua chiave di lettura.

Hai sicuramente già letto la pagina in cui faccio una breve analisi su come scegliere l’impianto antifurto più sicuro e fruibile per il tuo stile di vita, se non lo hai fatto fallo adesso, poi torna qui. Troverai più utile questa lettura.

Antifurto su misura

Per realizzare un impianto godibile, dal punto di vista della praticità, della sicurezza offerta e della serenità che trasmette al suo proprietario è necessario capire le esigenze della famiglia o della persona che lo adotterà.

Una attività commerciale, di solito, non ha un antifurto attivo durante il suo esercizio, e questo viene “inserito” solo quando nel negozio o nel magazzino o laboratorio che sia, non vi è nessuno: è una situazione piuttosto facile da mettere in sicurezza.

Il difficile non è neppure proteggere un’abitazione incustodita, la parte più ardua è studiare un impianto che permetta la protezione della casa quando i suoi abitanti sono all’interno (i suoi abitanti sono la tua famiglia)… Ecco perché nella disamina breve che hai letto nella sezione precedente vi erano una serie di domande sul come viene vissuta la casa.

A queste domande se ne dovrebbero aggiungere tante altre, ma non è questa la sede (puoi sempre chiedere una consulenza gratuita a domicilio). Lo scopo è quello di “tagliare” un impianto come un sarto taglierebbe un vestito! O meglio, come un antico fabbro avrebbe costruito un’armatura per il suo cavaliere.

L’obiettivo finale non è la protezione della casa, sebbene questo sia un lodevole scopo, è piuttosto la protezione della tua famiglia.

L’importanza della manutenzione

Anche in questo caso avevamo fatto una lista di domande mirate a discernere alcuni aspetti davvero salienti della tanto trascurata manutenzione:

  • Il mio elettricista è un installatore o è anche un centro assistenza autorizzato dalla casa che produce l’impianto?

  • Avrò un piano di manutenzione programmato per mantenere l’impianto efficiente nel tempo?

È fondamentale che chi installa l’impianto sia parte del circuito di assistenza autorizzata: questo riduce i tempi di riparazione, abbatte i costi degli interventi e con una figura del genere si può programmare un piano manutentivo tale da tenere in forma il nostro impianto! Mai sentito allarmi che suonano a vuoto? Mai sentito di impianti che hanno fatto “cilecca”? Non farti installare un impianto dal “miglior elettricista”, fallo installare da chi è autorizzato a ripararlo.

Oltre la manutenzione

  • Il mio installatore ha la possibilità di verificare quotidianamente lo stato di salute del mio impianto e programmare tempestivamente un intervento di manutenzione straordinaria per non lasciarmi “scoperto” neppure per una giornata (o nottata)?

  • Avrò la garanzia per uno, per due o per cinque anni?

  • Cosa copre la garanzia?

  • Avrò la copertura Kasko?

  • L’antifurto mi invia istantaneamente una fotografia o un piccolo video di chi o cosa abbia fatto scattare l’allarme di intrusione?

  • Il mio antifurto sarà collegato con una centrale operativa riconosciuta dal ministero della difesa che possa inviarmi le forze dell’ordine in caso di necessità?

    Adesso viene il bello, si deve iniziare a pensare anche “oltre la manutenzione”: un installatore, pur che sia anche un centro assistenza autorizzato per la marca che installa, quasi mai può fare le cose qui sopra elencate, in verità, al momento in cui scrivo mi vengono in mente alcuni nomi famosi, ma stringi stringi, solo uno può rispondere a tutte queste richieste e dare la garanzia con Kasko per 5 anni…

    Sai cosa significa “avere nel paniere” questo tipo di servizio? Significa che non dovrai più preoccuparti che il tuo allarme dia dei fastidi o dei disservizi. Non dovrai tirare fuori un soldo per tenerlo in perfetta efficienza, e non dovrai preoccuparti di chiamare il tecnico quando avrai un problema: ti chiamerà lui prima ancora che tu ti accorga del problema stesso… È verrà a sistemartelo… Tutto compreso nel pacchetto!

Pensaci prima di subire un furto

Abbiamo già visto, troppe volte in realtà, sistemi antifurto installati in fretta e furia da chi ha subito una effrazione o un furto, senza aver ascoltato i consigli di un professionista esperto del settore.

Pensa: “se tu ti ammalassi di malaria, prenderesti un sacco di medicine consigliandoti con il farmacista (senza nulla togliere a questa nobilissima professione) o andresti dal dottore?”

Ma in definitiva, se tu prima di andare in Namibia a contrarre la malaria avessi fatto una profilassi adeguata e non avessi in primo luogo contratto la malattia, non credi che sarebbe stato meglio?

Non aspettare di subire un furto o un’effrazione. Contattaci per avere un nostro consulente a casa tua!

Conclusioni:

Questo piccolo approfondimento alla scelta non può essere esaustivo perché non è possibile condensare in una pagina tutto il know-how relativo a questo argomento.

Per questo ti invito a contattarmi: invierò un consulente al tuo domicilio per una consulenza gratuita.